A proposito dell’accordo tra Tirreno Power e sindacati sugli esuberi

il 4 dicembre 2016 | in Archivio, Blog | da Anna Giacobbe

Stampa post Stampa post

E’ sempre importante che si raggiungano accordi tra aziende e sindacati per affrontare passaggi difficili come questo. I lavoratori interessati hanno ora qualche opportunità in più.

Tirreno Power ha responsabilità pesanti per come si sono messe le cose nella centrale di Vado – Quiliano, e deve risponderne verso i propri dipendenti; ma non solo. Ci sono centinaia di persone che hanno perso il lavoro nell’indotto e nelle imprese fornitrici.

E’ necessario ora che parta davvero la procedura per passare dalla dichiarazione di Area di crisi industriale complessa alle azioni concrete per attirare nel nostro territorio nuove imprese e per dare lavoro a chi lo ha perso e ai tanti giovani che non lo trovano. Non mi pare che la Regione stia facendo quello che le compete per raccordare Governo ed enti locali in questo impegnativo processo. Dal decreto della MISE che riconosce l’ACIC per Vadese e Valle Bormida, sono quasi passati i tre mesi previsti per costituire l’organismo  di coordinamento istituzionale per gestire i passaggi successivi: non è ancora successo.


« »

Scroll to top