Amianto: approvato il nostro emendamento

il 26 novembre 2014 | in Archivio, Blog | da Anna Giacobbe

Stampa post Stampa post

E’ stato approvato oggi in Commissione Bilancio della Camera, l’emendamento all’interno della Legge di stabilità che restituisce finalmente la certificazione di esposizione all’amianto ad oltre 700 ex lavoratori genovesi e allo stesso tempo dà la possibilità agli aventi diritto di andare in pensione, annullando i provvedimenti di sospensione delle certificazioni attuati dall’Inail per autotutelarsi nei confronti delle azioni della magistratura.
Soddisfatta per l’esito della vicenda che finalmente, dopo oltre nove anni, restituisce diritti e giustizia a tanti lavoratori.

Di seguito l’emendamento approvato:

AC 2679-bis

EMENDAMENTO

Art. 11

Dopo il comma 1, aggiungere il seguente:

“1-bis. Ai fini del conseguimento delle prestazioni pensionistiche da parte dei lavoratori attualmente in servizio, con effetto dall’1 gennaio 2015 non si tiene conto dei provvedimenti di annullamento delle certificazioni rilasciate dall’Istituto Nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul Lavoro per il conseguimento dei benefici di cui all’articolo 13, comma 8, della legge 27 marzo 1992, n. 257, salvo il caso di dolo dell’interessato accertato in via giudiziale con sentenza definitiva. Gli oneri di cui al presente comma sono valutati in 6 milioni di euro per l’anno 2015, in 16,5 milioni per l’anno 2016, in 21,5 milioni per l’anno 2017, in 21,5 milioni di euro per l’anno 2018, in 20,5 milioni di euro per l’anno 2019, in 16 milioni di euro per l’anno 2020, in 11 milioni di euro per l’anno 2021, in 6,2 milioni di euro per l’anno 2022, in 3,5 milioni di euro per l’anno 2023 e in 3 milioni di euro per l’anno 2024.”.

Conseguentemente

alla Tabella A, voce Ministero dell’economia e delle finanze, apportare le seguenti variazioni:

2015: – 6.000.000;

2016: – 16.500.000;

2017: – 21.500.000.

TULLO, GIACOBBE, QUARANTA, BIASOTTI, OLIARO, BASSO, CAROCCI,

PASTORINO


« »

Scroll to top