Contributi alle imprese agricole fermi: intervenga il ministero

il 21 giugno 2017 | in Archivio, Blog | da Anna Giacobbe

Stampa post Stampa post

Domani il Ministro dell’Agricoltura incontrerà le Regioni: all’ordine del giorno anche la riforma della “Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura”.

Ci auguriamo che sia l’occasione per affrontare finalmente il problema del funzionamento di Agea, anzi del non funzionamento, e delle conseguenze che questo ha sulla mancata attuazione dei Piani di Sviluppo Rurale. E’ un passaggio molto importante: solo un intervento autorevole e determinato può cambiare il corso delle cose. Le Associazioni di categoria ed in particolare la CIA, denunciano da tempo questa vera emergenza.

Agea è l’ “Organismo Pagatore” che gestisce le erogazioni alle imprese agricole di contributi e aiuti finanziati dall’Unione Europea, in particolare dal FEASR (Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale)
In Liguria, come in altre Regioni, la totale inefficienza di Agea compromette gran parte dei risultati che sarebbe possibile ottenere con l’accesso ai fondi della programmazione comunitaria 2014-2020 per lo sviluppo rurale
L’impossibilità di accedere a procedure informatiche per la presentazione delle domande, la mancanza dei programmi di gestione dell’istruttoria sulle stesse, hanno impedito per un tempo molto lungo l’emissione dei bandi: oggi in Liguria sono stati attivati alcuni bandi con la scelta “d’emergenza” di lavorare le pratiche manualmente.
Ma i problemi che riguardano nodi essenziali, quali il reale pagamento dei contributi alle imprese, non possono essere risolti localmente e con procedure manuali.
Manca una interlocuzione efficiente con AGEA, oltre che procedure e programmi: e siamo ormai arrivati alla metà del periodo di programmazione.
A parità di problemi con altre regioni rispetto alle inefficienze di AGEA, la Liguria ha performance peggiori: evidentemente qualche problema aggiuntivo la Regione Liguria lo ha anche su questo versante.
I dati contenuti nel “Report di avanzamento della spesa pubblica dei Piani di Sviluppo Rurale 2014-2020”  sono impietosi. Nella Tabella riepilogativa della spesa pubblica programmata ed effettivamente sostenuta al 31 marzo 2017, la Liguria risulta al penultimo posto nella graduatoria  per percentuale di avanzamento della spesa delle risorse a disposizione, con il 2,64%. La media delle Regioni è 8,12
Sta peggio, e c’è da immaginare che sia per le stesse ragioni di inefficienza di AGEA, il Programma nazionale, fermo all’1,69%.
C’è il rischio concreto di arrivare ai primi passaggi di verifica da parte delle strutture comunitarie con scarsissimi risultati, e conseguenti penalizzazioni.
Il sistema va del tutto modificato, con urgenza e determinazione, prima che sia troppo tardi per utilizzare le risorse a disposizione dei Piani Regionali di quelli Nazionali

« »

Scroll to top