Delega lavoro: la soddisfazione dei lavori in corso

il 14 novembre 2014 | in Archivio, Blog | da Anna Giacobbe

Stampa post Stampa post

Lavori in corso. Ma a partire da un buon risultato del nostro lavoro.
Io sono contenta del risultato che il lavoro di queste settimane ha prodotto, una discussione non facile, dentro e fuori il Pd, sulla Delega Lavoro: la ragione è che il punto di equilibrio, l’accordo che abbiamo trovato tra gruppo Pd alla Camera, Governo e segreteria del partito è utile alle persone che lavorano e a chi un lavoro non lo ha ancora; il metro di misura è quello
Il testo della delega sarà meno vago, l’indicazione della direzione di marcia per ridurre la precarietà sarà più chiara e più solida, ci saranno più risorse per gli ammortizzatori sociali nella legge di stabilità (è questo che produce l’estensione delle tutele, non qualche parola in più o in meno nella Delega).
Tutti, o quasi, davano per scontato che il Governo avrebbe messo la fiducia sul testo uscito dal Senato: quella era la posizione del Presidente del consiglio
Noi , deputati Pd della Commissione Lavoro della Camera, abbiamo lavorato caparbiamente perché non fosse così: abbiamo lavorato, sì, abbiamo discusso tra noi come persone che rappresentano il Pd e non questa o quella corrente, ci siamo ascoltati, abbiamo cercato soluzioni di merito condivise che potessero costituire un avanzamento vero rispetto al punto cui si era arrivati sino ad oggi. La nostra preoccupazione: evitare che il lavoro, che può, anzi deve, essere argomento di battaglia ideale e di merito, diventi terreno di una pericolosa lacerazione sociale e politica.
E dunque, non voteremo la fiducia sul testo del Senato; il Parlamento farà la proprio parte, interverrà sui contenuti di un provvedimento importante e lo migliorerà.
La discussione sulla “ciccia”, cioè sui decreti legislativi ci sarà prima che il Governo li approvi.
“Lavori in corso”, dunque. Ma con un orizzonte più sereno.


« »

Scroll to top