Incontro al MISE: l’impegno del Governo per il Savonese

il 15 dicembre 2013 | in Archivio, Blog | da Anna Giacobbe

Stampa post Stampa post

L’incontro al Ministero dello Sviluppo Economico del 13 dicembre è andato bene: serviva ad imboccare una certa strada, a confermare che la Regione Liguria riconosce che il Savonese è un’area in particolare difficoltà e che sulle opportunità che ci sono qui si deve investire; serviva a farci dire, dal Ministero che di questo di occupa, che il Governo dedicherà una particolare attenzione ai nostri problemi. Abbiamo convenuto sul fatto che i diversi possibili finanziamenti (Comunitari, nazionali, regionali e la ricerca di investitori privati) avranno una regia comune: perché dobbiamo aver più risorse, ma spenderle bene. Ci serve portare nel nostro territorio nuove attività produttive, e tenere quelle che ci sono, rendere conveniente investire nel savonese: l’energia qui può costare meno, possiamo dire “burocrazia zero”, o giù di lì; ci sono persone che sanno lavorare o che possono imparare un nuovo lavoro. Le occasioni di sviluppo devono portare lavoro per chi il lavoro lo ha perso e per i ragazzi e le ragazze che lo cercano. E’ solo un punto di partenza, anzi di “ri-partenza”, c’è ancora molto da fare. Risorse dai Fondi europei, dai finanziamenti nazionali per la ricerca e per l’Agenda Digitale; qualche idea nuova per non lasciare nei guai chi ha perso il lavoro e non ha più sostegno al reddito. Chi vuole investire del suo deve rispettare l’ambiente e la dignità del lavoro, per il resto è benvenuto e non sarà scoraggiato da procedure e cavilli; e neppure dal rifiuto di tutto ciò che è produzione, industria, ecc.
Abbiamo un mese per scrivere qualcosa di concreto, che risponda a questi obiettivi e che impegni quali che hanno responsabilità e strumenti per intervenire.
(“chi ci ha rinunciato e ti ride alle spalle…”)

Qui puoi trovare il verbale della riunione:
Incontro 13 dicembre 2013


« »

Scroll to top