Interpellanza su Tirreno Power

il 22 ottobre 2014 | in Archivio, Blog | da Anna Giacobbe

Stampa post Stampa post

E’ necessario che la Presidenza del Consiglio affronti la questione della centrale termoelettrica di Vado Ligure – Quiliano e che il nostro partito, nelle diverse funzioni istituzionali in cui è impegnato, eserciti il proprio ruolo.
I Sindaci di Vado e Quiliano e la Regione Liguria si sono assunti la responsabilità di scelte difficili, per tenere insieme la tutela della salute della popolazione e la possibilità di salvare posti di lavoro e prospettive dell’economia locale.
Il partito democratico savonese sta lavorando da mesi in questa direzione.
Il Governo nazionale deve fare la propria parte rispetto ai diversi obiettivi che abbiamo: verifica e tutela delle condizioni di salute della popolazione, continuità del reddito dei lavoratori, scelte per il futuro della produzione di energia.
Sono in ballo almeno 700 posti di lavoro, tra diretti ed indotto, più l’economia prodotta dal reddito delle loro retribuzioni, e le condizioni ambientali e di salute in una vasta area.
In un territorio già molto maltrattato dalla crisi economica, il sequestro degli impianti della centrale, nello scorso mese di marzo, è stato un ulteriore, drammatico, passaggio di una vicenda che incrocia i temi dello sviluppo, delle politiche energetiche, del lavoro, dell’ambiente e della salute. L’esito dei lavori del Gruppo Istruttore dell’AIA ci pongono fronte ad una nuova, fortissima, criticità.
Si tratta di una attività molto importante per l’economia locale, ma anche per le politiche energetiche nazionali.
Per questi motivi oggi ho presentato un’interpellanza al Presidente del Consiglio dei Ministri a firma mia e dei miei colleghi liguri.
Abbiamo bisogno che il Governo, non solo i singoli ministeri, dedichino a questa vicenda un’attenzione speciale: se sarà così troveremo insieme le soluzioni più utili per la comunità locale e gli interessi nazionali, altrimenti pagheremo, in ogni caso, un prezzo per noi insostenibile.

interpellanza Tirreno Power


« »

Scroll to top