La ministra Cancellieri deve lasciare il suo incarico

il 20 novembre 2013 | in Archivio, Blog | da Anna Giacobbe

Stampa post Stampa post

La ministra Cancellieri deve lasciare il suo incarico; lo dico ancora al “presente indicativo”. Ha fatto una cosa sbagliata e grave. L’ho conosciuta come donna delle istituzioni, quando faceva il prefetto a Genova, e proprio per questo le ombre sono pesanti. È l’opinione di tutte le anime del Pd. E lei, d’altra parte, se non vuole sentirsi un ministro dimezzato, come ha detto, non può che trarne le conseguenze.
La mozione di sfiducia del M5S è, e non potrebbe essere diversamente, un atto politico contro il governo e il Presidente del consiglio ha chiesto al gruppo del Pd di respingerla. La riunione del gruppo parlamentare ha deciso in questo modo, condividendo una responsabilità collettiva.
Ma sappiamo tutti che la questione non è chiusa così. Se un esponente del Pd fosse stato nella stessa situazione della Cancellieri (è successo per qualcosa di meno) si sarebbe dimesso.
Troppo sullo sfondo, nella nostra decisione, un comune sentire che non sopporta di vedere sempre che ci sono “due pesi e due misure” nel rapporto tra il potere e i cittadini.
Voterò, come gli altri, contro la mozione di sfiducia, questo non mi pesa, quella operazione ha obiettivi lontani non solo dal mio pensiero, ma anche dal “comune sentire”.
Ma rimangono aperte questioni gravi, pesanti.


« »

Scroll to top