Nei prossimi giorni gli incontri al Mise per l’industria savonese

il 27 luglio 2016 | in Archivio, Blog | da Anna Giacobbe

Stampa post Stampa post

Nell’arco di una settimana, tra domani e giovedì prossimo, il Ministero dello Sviluppo Economico affronterà le tre grandi questioni industriali aperte nel savonese, a conferma di una attenzione vera del Governo, che le iniziative dei sindacati dei lavoratori e degli enti locali sviluppate in questi mesi hanno sollecitato e contribuito a fare crescere.

C’è attesa e grande preoccupazione nella comunità locale.

Sono questioni che hanno ciascuna una propria fisionomia, ma che si manifestano all’interno di una situazione molto grave di quel territorio nel suo complesso, con indicatori davvero preoccupanti: non solo una questione di numeri negativi, ma migliaia di storie personali di lavoratori e lavoratrici, di comunità che non hanno alcuna certezza per il futuro e hanno visto la loro condizione materiale peggiorare progressivamente. La richiesta formalizzata dalla regione Liguria, invocata pressantemente dall’assemblea dei sindaci del savonese e dalle forze sociali, per il riconoscimento di area di crisi industriale complessa è un passaggio importante: i tempi per una risposta del ministero competente devono essere i più brevi possibili.

Le aziende, i loro azionisti, in tutti e tre i casi che saranno esaminati al Mise, hanno le proprie pesanti responsabilità, compete a loro fare le scelte necessarie per scongiurare una prospettiva ulteriormente negativa; va respinto il tentativo di scaricare su altri, sul Governo, quelle responsabilità.

D’altra parte, abbiamo bisogno che il Governo eserciti sino in fondo la propria azione a sostegno di soluzioni che salvaguardino patrimonio industriale e professionale, radicamento nel territorio e occupazione.


« »

Scroll to top