Prefetture a rischio chiusura: valutiamo le ipotesi

il 29 settembre 2015 | in Archivio, Blog | da Anna Giacobbe

Stampa post Stampa post

Si è aperto un tavolo di lavoro tra tutti i parlamentari del Pd che fanno riferimento ai territori delle 23 “prefetture a rischio chiusura”. Incontreremo nei prossimi giorni la Ministra per la PA Marianna Madia, che si è resa disponibile ad una riflessione comune. Con lei discuteremo delle ipotesi possibili, chiedendo intanto al Governo di procrastinare il provvedimento di riorganizzazione e di ridiscuterne i criteri.
L’assenza di raccordo tra gli accorpamenti previsti e la riorganizzazione istituzionale non ancora assestata (province, enti locali…) rende lo scenario, in tutto il Paese, molto incerto.
Ancor più contraddittoria appare una riorganizzazione del Ministero dell’Interno che non tenga conto del più generale processo di revisione della presenza degli uffici e servizi di competenza statale nei territori, prevista dalla legge delega di riforma della Pubblica Amministrazione.
Quella legge prevede, tra l’altro, la trasformazione della Prefettura in Ufficio territoriale dello Stato, quale “punto di contatto unico tra amministrazione periferica dello Stato e cittadini”, e la riduzione degli uffici e del personale anche dirigenziale “destinati ad attività strumentali”, con il “correlativo rafforzamento degli uffici che erogano prestazioni ai cittadini e alle imprese”.
Quella è la strada: unificare sedi, procedure, punti di ascolto e di servizio per cittadini e imprese, delle diverse amministrazioni statali, in ciascun territorio; spostare risorse da attività di pura gestione burocratica a servizi reali per le persone e per le attività economiche.
Per quanto riguarda Savona, dopo avere valutato nei giorni scorsi la situazione relativa ai Vigili del Fuoco, ho incontrato ieri il Questore di Savona, per raccogliere ulteriori informazioni e argomenti sulle questioni aperte nella nostra zona.


« »

Scroll to top