Proposta di Legge contro le dimissioni in bianco

il 11 febbraio 2014 | in Archivio, Blog | da Anna Giacobbe

Stampa post Stampa post

La Commissione Lavoro della Camera ha predisposto una proposta di legge contro le “dimissioni in bianco” (un testo unificato, costruito a partire dalle proposte di legge Bellanova -pd- e Vendola, con alcuni emendamenti approvati oggi, 11 febbraio).
Nel 2007, governo Prodi/ministro Damiano, fu approvata una legge, la 188, per impedire la pratica diffusa, e antica, di fare firmare le dimissioni, senza data, al momento dell’assunzione. Nel 2008 la maggioranza di centrodestra la abrogò. Si stima che le persone interessate siano due milioni. Il modo di evitare le “dimissioni in bianco”, previsto nel nuovo testo di legge, è semplice: moduli con data certificata disponibili gratuitamente nei comuni, negli uffici per il lavoro, nei centri per l’impiego, o sui siti web del Ministero.
In allegato trovate il Testo che tra pochi giorni andrà in aula ed un estratto della relazione in Commissione di Patrizia Maestri, deputata Pd, con una sintetica descrizione del fenomeno e dei precedenti del percorso legislativo.
Si tratta di un passaggio importante. L’iniziativa di mettere a calendario il provvedimento è stata di Sel, che ha diritto, come opposizione, ad una quota di proposte di legge di cui esigere la discussione; il Pd ha, con questa occasione, ripresto la propria azione per ripristinare uno strumento che nel 2007 aveva introdotto nel nostro ordinamento e che fu abrogato dalla maggioranza di centro destra di Berlusconi.
E’ un argomento di forte valore simbolico, oltre che uno strumento concreto di tutela dei lavoratori e delle lavoratrici; inoltre promuove la concorrenza leale per le imprese, perchè colpisce chi si comporta scorrettamente, senza appesantire il carico burocratico di chi si comporta correttamente.

dimissioni in bianco. precedenti nella legislazione e descrizione del fenomeno
testo unificato emendato


« »

Scroll to top