“Sarà come gli uomini lo faranno”, Buone Feste

il 16 dicembre 2014 | in Archivio, Blog | da Anna Giacobbe

Stampa post Stampa post

Cominci a scrivere i saluti di fine anno, poi cancelli e scrivi di nuovo, e poi ancora; ma tant’è: vigliacca, spunta e rispunta ancora la retorica.

Allora la faccio corta. Ho lavorato, anche in questo anno, per dare un senso alla funzione che mi è stata affidata, e per onorarla: rappresentare in Parlamento, insieme ad altri, le donne e gli uomini del mio territorio, tenere il filo che lega l’azione della politica a livello nazionale con la vita nei luoghi nei quali vivo, in contatto con gli amministratori e i rappresentanti del lavoro e delle imprese, con le espressioni della cittadinanza attiva.

Con molti difetti e con la consapevolezza dei limiti che derivano da una realtà difficile, da una fase politica complicata, nuova: i punti di riferimento cambiati, gli schemi di interpretazione della realtà messi irrimediabilmente in crisi.

Tempi difficili, come tutti sanno; e qualcuno lo sa di più, perché la sua vita è stata più complicata che per gli altri: perso il lavoro, un’ingiustizia subita, mancanza di salute o del necessario per una vita dignitosa, una violenza.

La politica ha il dovere di amministrare, facendo i conti con la situazione data, e insieme costruire una prospettiva capace di dare fiducia nell’avvenire; senza raccontare storie, ma tenendo lo sguardo un po’alto.

Ho cercato di rendere conto via via delle cose che accadevano, dei piccoli passi in avanti, ed anche di qualche passo indietro.

La buona politica esiste; non basta essere onesti (anche se da lì si parte), bisogna costruire risultati, rimettere in moto opportunità. Lavori in corso. Insieme.

Buone feste, a tutti e tutte.

Anna

 

 

L’anno nuovo

Indovinami, indovino,
tu che leggi nel destino:
l’anno nuovo come sarà?
Bello, brutto o metà e metà?
Trovo stampato nei miei libroni
che avrà di certo quattro stagioni,
dodici mesi, ciascuno al suo posto,
un carnevale e un ferragosto,
e il giorno dopo il lunedì
sarà sempre un martedì.
Di più per ora scritto non trovo
nel destino dell’anno nuovo:
per il resto anche quest’anno
sarà come gli uomini lo faranno.
(G. Rodari)

auguri


« »

Scroll to top