Settima salvaguardia, mettere in salvo chi ne ha diritto

il 30 luglio 2015 | in Archivio, Blog | da Anna Giacobbe

Stampa post Stampa post

Ci sono donne e uomini che, ancora più di altri, sono stati penalizzati dalla legge che nel 2011 ha modificato i requisiti per andare in pensione, la cosiddetta “riforma Fornero”. Bisogna rimettere le mani sul sistema previdenziale, ci vuole tempo e un bel po’ di risorse; ma per queste persone, quelle che chiamiamo “esodati”, è urgente approvare un’altra legge di “salvaguardia”. Sono avanzati dei soldi dai provvedimenti che negli anni scorsi hanno tutelato una parte delle persone che avevano perso il lavoro e non avevano più la possibilità di andare in pensione con le vecchie regole. Provvedimenti che i nostri parlamentari della scorsa legislatura, e noi stessi in questa, abbiamo ottenuto, nonostante tante difficoltà, in tempi difficili. Quei risparmi vanno usati per mettere in salvo altre donne e uomini che ne hanno diritto.
E’ questo che vogliamo fare nelle prossime settimane; da tempo ci stiamo lavorando: oggi abbiamo avviato formalmente l’iter parlamentare. Si chiamerà “settima salvaguardia”, nel nostro linguaggio un po’ strano


« »

Scroll to top