Tirreno Power: l’archiviazione per gli amministratori e tecnici

il 25 ottobre 2016 | in Archivio, Blog | da Anna Giacobbe

Stampa post Stampa post

Il Giudice per le indagini preliminari ha disposto l’archiviazione per il reato di disastro ambientale per gli amministratori ed i tecnici degli enti locali e della Regione Liguria, relativamente all’indagine sulla centrale Tirreno Power di Vado-Quiliano

L’accusa di omicidio colposo, che è stata stralciata per “ulteriori approfondimenti” di cui è giusto attendere l’esito, era stata formulata come conseguenza del disastro ambientale e sanitario.

Viene così dato atto che la storia dell’impegno dei sindaci, degli amministratori regionali e dei loro tecnici rispetto alla presenza della centrale termoelettrica nel territorio savonese non è stata una “storia criminale”.

Ma oggi quell’impianto è chiuso, con oltre 850 persone che erano impegnate nell’indotto e nelle forniture, e con più di cento dipendenti diretti che l’azienda considera in esubero.

Il Mise segue con impegno questa vicenda, richiamando Tirreno Power alle proprie responsabilità, che sono rilevanti, oltre ad edere riconosciuto quel territorio come Area di Crisi Industriale Complessa.

Rimane il danno, non sanato, verso centinaia di famiglie e una intera comunità.

L’obiettivo esplicito di chiudere quelle attività, con l’amplificazione dell’esposizione mediatica e l’utilizzo da parte di altri della vicenda giudiziaria a fini politici, oggettivamente, ha fornito alibi all’azienda e impedito che l’uscita dall’uso del carbone per produrre energia avvenisse, anche in quel sito, in modo programmato e governato, com’è giusto che sia. Così come è importante che proseguano le azioni per la verifica dell’impatto ambientale e sulla salute.

La Commissione bicamerale d’inchiesta sui rifiuti aveva dato spazio alla questione, nella relazione sulla Liguria, sulla base di ciò che era disponibile agli atti, allora, in relazione alle audizioni effettuate. E’ giusto che la Camera prenda atto di come la magistratura si è espressa.


« »

Scroll to top