Una buona psichiatria è sempre partigiana della compassione

il 2 maggio 2018 | in Archivio, Blog | da Anna Giacobbe

Stampa post Stampa post

Il 13 maggio 1978 diveniva legge dello Stato italiano la Legge 180 (la cd legge Basaglia) con la quale l’Italia, unico stato al mondo a farlo, decretava la chiusura definitiva dei manicomi, la fine dei ricoveri per ragioni di sicurezza e il ritorno della Psichiatria nell’alveo delle Scienze Mediche. Fu una legge “breve”, essendo dopo pochi mesi inserita nella più vasta Legge 833 che ridisegnava l’assetto dell’assistenza sanitaria nel Paese, ma fu una Legge davvero rivoluzionaria per i nuovi assetti della cura, dei diritti delle persone e dell’assistenza Psichiatrica che la sua promulgazione comportò.
Nella ricorrenza del quarantennale Università di Genova, Comune di Genova e Regione con gli Ordini professionali di Medici, Giornalisti, Psicologi, Assistenti Sociali, Infermieri, Tecnici della riabilitazione psichiatrica, Avvocati, Associazione delle famiglie, hanno organizzato “180×40”.
Da Lunedì 7 Maggio a Domenica 13 Maggio una settimana di eventi, convegni e conferenze aperte a tutti in una logica inclusiva di partecipazione attiva non limitata ai soli addetti ai lavori ma a tutta la cittadinanza. (…) Non sarà un amarcord, né un’autocelebrazione ma una rilettura di questi 40 anni di assistenza psichiatrica pubblica in Italia osservando il presente per guardare al futuro. Con una domanda non secondaria: è così tutto scontato? Possiamo correre il rischio di un ritorno al passato?
Info e programmi on line:
www.psychiatryonline.it/node/7243


« »

Scroll to top